LA POSA IN OPERA



La posa del pacchetto di impermeabilizzazione viene eseguita da Rainbow su superfici regolarizzate e preparate in modo tale da escludere ogni tipo di danneggiamento.
Seguendo lo schema proposto in fig. 1, nella realizzazione di impermeabilizzazioni complesse di invasi destinati a ricevere rifiuti si procede, dal basso verso l’alto, sovrapponendo nell’ordine:
Il materassino bentonitico è posato in opera in strisce sovrapposte tra loro. L’impermeabilità delle sovrapposizioni tra i lembi delle varie strisce viene realizzata inglobando i lembi stessi dei due geotessili sovrapposti in bentonite secca sfusa, che si tramuta in gel se idratata. Si passa quindi alla posa in opera della geomembrana in HDPE posizionando strisce contigue sovrapposte ai bordi e saldate con due tipi di saldatura: a doppia pista e per estrusione (in condizioni particolari e limitate).

Le saldature sono effettuate nel primo caso con l’ausilio di saldatrice automatica a gas caldo e/o elemento termico – tale sistema permette il rammollimento superficiale delle geomembrane per mezzo di gas addotto con portata e temperatura adeguata. La temperatura è misurata mediante un sensore posizionato sul canale di efflusso in prossimità dell’ugello.
Nel secondo caso si utilizza un estrusore manuale che permette un omogeneo rammollimento superficiale delle geomembrane e la contemporanea deposizione del materiale d’apporto alla velocità di avanzamento impostata.
Il sistema di saldatura a doppia pista permette l’esecuzione di collaudi non distruttivi mediante aria compressa, sull’intera superficie interessata, ai sensi della norma UNI 10567 per il controllo di qualità dei giunti saldati.
La geomembrana in HDPE viene protetta superiormente con un geotessile TNT posto in opera srotolando le strisce dalle bobine, operando dall’alto verso il basso; le strisce sono posizionate in sovrapposizione, analogamente al HDPE e termosaldate tra loro.
Le operazioni di posa del sistema di impermeabilizzazione sono ultimate con il posizionamento del geocomposito drenante, quando richiesto. Anche in questo caso il manto viene srotolato dalle bobine e posizionato in strisce contigue e quindi ricoperto con un ridotto spessore di materiale granulare drenante.




italiano Azienda Tipologie di intervento Bonifica discariche Bonifica di siti Impermeabilizzazioni Invasi artificiali Materiali e tecniche Posa in opera Aree e manufatti Diaframmi verticali Collaudo geoelettrico Capping Tomografia geoelettrica Case studies Dove siamo Press area News